In offerta!

Cime Di Rapa Alla Pugliese – I Contadini

6,99

Cime Di Rapa Alla Pugliese  230gr
in olio EVO

Descrizione

Le cime di rapa per ogni pugliese sono molto più di un prodotto tipico.
Sono un legame sacro tra territorio e cuore, che passa dal palato e rallegra la mente.

Le rape sono delle verdure di cui si mangiano le foglie più tenere e le infiorescenze. Hanno un gusto caratteristico, dolci con una venatura amarognola allo stesso tempo, che le rende inconfondibili.
Sappiamo che crescono un po’ in tutta Italia, in particolare nelle regioni del sud, ma a quanto pare le più famose sono le pugliesi.

“Come mai” ti stai chiedendo?

Beh la mia risposta ( e non la dico perché sono pugliese) è perché abbiamo imparato a cucinarle bene, anzi, meglio di altri ( non me ne vogliano le altre regioni, che magari sono state più brave di noi a cucinare le bietole,  gli spinaci, i cavoli. A noi sono toccate le rape, ad ognuno il suo).

Un altro fattore da non sottovalutare è il nostro abbinamento preferito, un’accoppiata perfetta e cioè le orecchiette con le cime di rapa alla pugliese.
Diciamolo pure apertamente in termini tecnici pugliesi, la morte loro.

Uno dei modi migliori per mangiare le cime di rapa è proprio quello che vi presentiamo qui, ora: un vasetto di cime di rapa scottate, condite e conservate in olio extra vergine di oliva.

Appena aperto il vasetto, comodamente a casa tua, avrai un problema da superare, e cioè:
resistere a non mangiarle tutte direttamente dal vasetto.

Sembra facile, ma non lo è, e ti spiego come mai.

Siccome le verdure sono lavorate dal fresco e lavorate in giornata, il profumo che si sprigionerà appena aprirai il vasetto sarà dirompente e farai fatica a resistere dal mangiarle tutte e subito. Che per carità, non ci sarebbe nulla di sbagliato, ma magari hai già programmato di mangiarle in uno dei tantissimi modi possibili.

Ti piacciono le rape ma non sai come mangiarle? Vuoi trovare ispirazioni per creare dei piatti stupendi con le cime di rapa I Contadini?

Bene sei nel posto giusto!

Continua a leggere qua e ti elenco dei consigli invitanti che puoi preparare facilmente a casa tua.

Idee e suggerimenti sensazionali su come utilizzare le cime di rapa in cucina

Sembra incredibile che delle verdure possano trasformarsi in un primo, in un secondo, in piatto unico o contorno senza sforzo.
Il primo consiglio che in assoluto mi sento di dover consigliare, per come utilizzare le nostre cime di rapa I Contadini, è il più conosciuto, il nostro preferito, ovvero:

Orecchiette e cime di rapa, un fantastico piatto tipico pugliese

Un piatto del genere è tanto semplice quanto squisito, si prepara in 5 minuti. Basta saltare la pasta insieme al contenuto del vasetto,  il lavoro difficile lo abbiamo già fatto noi ( mondarle, pulirle, scegliere le foglie più tenere, lavarle e cucinarle a puntino). Tu non devi fare altro che unire le orecchiette con le rape, mettere tutto nel piatto e divorare.
Ma i consigli e le idee sensazionali che dicevi prima?

Eccole arrivano subito. Hai tanta fame vedo 😋
La Puglia è lunga si sa, e sono tantissime le varianti o le personalizzazioni per questo piatto, da Foggia a Santa Maria di Leuca, ogni angolo di questo paradiso ha le sue chicche, vediamone alcune.

Iniziamo dalla scelta della pasta: puoi scegliere tra 8 varietà diverse di orecchiette artigianali qui oppure puoi scegliere le orecchiette fresche integrali con farine italiane selezionate e anche con senatore Cappelli.

Passo secondo, l’aggiunta di varianti alla ricetta.
Le varianti o le alternative sono davvero tante, a casa mia per esempio non possono mancare le alici. Si possono mettere intere o sminuzzate, oppure si possono tritare grossolanamente insieme a dei capperi e mescolare tutto.
Chi non gradisce il sapore delle acciughe può mettere il tonno.
Oppure si può fare il ragù di salsiccia, meglio se di maiale. Se poi sei pigro ma ti piace il grasso della carne di maiale usa pure la pancetta.

Mentre gli amici e le amiche vegane posso fare un veloce soffritto con aglio, peperoncino e pomodori gialli, a metà cottura aggiungere le rape e per finire saltate tutto con le orecchiette.
Se non volete soffriggere niente potete in alternativa tagliare a pezzetti dei pomodori secchi e mescolare tutto. O ancora, guarnire il vostro piatto con dell’ottimo patè di pomodori secchi, che dà colore, crea cremosità e arricchisce il gusto complessivo del piatto.

Altre aggiunte possono essere la ricotta dura a scaglie, o il formaggio ricotta grattugiato o pure della profumata caciotta stagionata andrà bene. Ciò che devi tenere a mente è che la rapa richiede sapori forti accanto.

Come si guarnisce il piatto di orecchiette e cime di rapa?

Per dare un tocco di croccantezza al piatto, si possono usare diversi ingredienti, uno meglio dell’altro.
Uno dei più comuni è la mollica di pane croccante, cioè pane vecchio sbriciolato e tostato con un filo d’olio in padella.
Qualcuno usa le noci tritate grossolanamente. Io invece vi consiglio di sbriciolare dei tarallini made in salento ovviamente.
Infine per attenuare l’amarognolo tipico delle rape (se proprio dovete), potete aggiungere dell’uvetta e/o dei pinoli.

Un noto Chef italiano di cui non voglio rivelare  l’identità, ( Cannavacciuolo) in un programma televisivo, propone un piatto con pasta e cime di rapa.
Eccolo qui ( https://fb.watch/4VwzV2Q6yq/) c’è pure il panno carta 😉

Un piatto  scandalosamente invitante, fatto in 5 minuti.

Come lo fa: innanzitutto prepara un soffritto con olio aglio e peperoncino. Poi ci mette la polpa di salsiccia, e la sfuma con del brodo.
Dopo che la carne si cuoce quasi del tutto, aggiunge dei filetti di rape già sbollentate. (voi potete usare le nostre, che sono ancora più buone delle sue 😉 ).

Poi usa un ingrediente insolito, che a me ha colpito parecchio.
Usa della provola affumicata, la fa sciogliere e poi la strizza per recuperare il liquido. Ebbene questo lo aggiunge direttamente nella padella.

Scola la pasta e la salta nella padella con la salsiccia le rape e la provola affumicata. Impiatta e guarnisce il piatto con lo stesso liquido della provola affumicata e olio aromatizzato all’aglio.

Il risultato è straordinario, e i suoi ospiti rimangono stupefatti dalla bontà del piatto, e anch’io, non vi nascondo che solo a pensarci mi sta venendo l’acquolina in bocca.

Ahh quasi dimenticavo…

nella versione integrale del video lo Chef fa un appello importante, e con il suo inconfondibile accento dice testualmente:
“Combrate le cime di Rapa dei Contadini dal sito www.tipicosalento.it che Lucio è proprio nu bravo uagliò, e i suoi prodotti son proprio buòn. Mi passi un panno cart perpiacè?”
Ma forse era Pintus che imitava Cannavacciuolo 🤔
È uguale, il senso è sempre quello.

Adesso basta con i primi, che mi sono dilungato pure troppo.

Che secondi piatti posso fare con le cime di rapa alla pugliese?

Le rape hanno un gusto particolare e di certo non possiamo dire che siano delicatissime, anzi possiamo dire che hanno un gusto forte, quindi se vogliamo abbinarle ad altri ingredienti dovranno essere anche loro forti e decisi. Per esempio con della salsiccia di maiale, rigorosamente accompagnate da pane casereccio e bicchierozzo di vino rosso.
Fine.
Provatele così una volta, e poi non vorrete più conoscere altri modi, perché questo vi basterà per la vita.

Ma chi sono io per dirvi che dovete mangiare le rape sempre con la salsiccia?

Avete ragione. Volete mangiarle anche in altri modi?

Va bene non sarò di certo io a fermarvi.

Allora andatele ad abbinare con il baccalà.

Farcite una pizza rustica o una focaccia con le rape e il formaggio svizzero, o altro formaggio a vostro piacimento.

Cucinate un polipo intero e servitelo su un letto di rape, il contrasto tra la delicatezza del polpo e il gusto deciso delle rape sarà sensazionale. Poi mi fate sapere se è o  non è la fine del mondo.

Su una bruschetta le avete mai assaggiate? sono il top. Se volete poi esagerare, aggiungete anche dei pomodori secchi interi o a patè spalmato. Da leccarsi i baffi.

Infine, se sei single e non hai tempo e voglia di cucinare, e magari hai anche pochissimo tempo a disposizione, fatti un panino al volo e via ( se hai una puccia salentina è meglio).
Mettici dentro le nostre belle rape già pronte, e un po’ di capocollo di Martina Franca. Altrimenti un altro salume che trovi in frigo e t’accontenti.

Gli ingredienti delle cime di rapa alla pugliese

Ingredienti:

  • cime di rapa (65%),
  • olio di semi di girasole,
  • olio extra vergine  di oliva,
  • peperoncino,
  • sale integrale,
  • aceto di mele,
  • aglio,
  • succo di limone.

Queste rape sono coltivate in autunno, a partire da Ottobre. La raccolta invece avviene in diversi momenti, da Dicembre a Marzo.  Il tempo della raccolta dipende dalle varietà della pianta, ma anche dalla tecnica che consiste nella recisione manuale delle cime più tenere in diverse fasi: si fanno dunque diversi passaggi sulla stessa pianta.

Cosa aspetti quindi?
fai la tua scorta di cime di rapa e prepara tutte le ricette che hai trovato sopra come un vero chef, diventa pugliese per un giorno o Cannavacciuolo per un giorno, scegli tu 😉

 

Condividi su Facebooktwitterpinterest

Informazioni aggiuntive

Peso 435 g

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.