Pubblicato il Lascia un commento

Guida veloce su come scegliere l’olio evo ( 5 cose da ricordare )

scegliere l'olio evo

Come scegliere l’olio evo in negozio? 

Vuoi essere anche tu un consumatore più attento e consapevole, ma non sai bene da dove partire?

Quando stai per acquistare l’olio extravergine di oliva in un negozio, ti è capitato mai di sentirti in difficoltà per avere tante scelte disponibili?

Ti servirebbe qualche consiglio utile da un esperto per sapere in modo chiaro e semplice come scegliere l’olio evo?

Bene! Sei nel posto giusto.

Per rispondere meglio a queste domande, che in tanti si pongono sull’ olio EVO chiediamo consiglio ad un’esperta del settore.


L’assaggiatrice professionista Marianna Travaglini ( @marianna_travaglini ) che abbiamo già presentato in questo articolo qui
Nell’articolo precedente abbiamo visto le caratteristiche e i parametri che deve avere l‘olio extra vergine d’oliva migliore.
Adesso invece capiremo bene la fase successiva, cioè come scegliere l’olio evo.

Scopriamo subito 

5 suggerimenti davvero utili per scegliere l’olio evo

La luce è nemica dell’olio evo


NON acquistare l’olio in bottiglia trasparente: la luce provoca l’ossidazione dell’olio, che quindi perderà moltissime sostanze benefiche. 
Spesso ci lasciamo influenzare dal bel colore verde, e pensiamo che sia migliore di quello giallo, ma non è proprio così, e lo vedremo meglio nel punto successivo.

Il colore dell’olio  non è importante


Non facciamoci abbagliare dagli oli troppo verdi.
In base alla lavorazione e alla varietà delle olive, gli oli possono essere verdi o gialli.
Il colore dipende dalla presenza di clorofilla, nulla ha a che fare con la qualità.
Dunque, potremo avere oli verdi o gialli di buona qualità o al contrario oli gialli o verdi di bassa qualità. L’importante è che non siano marroni.
Non siete ancora convinti  che il colore dell’olio non conti?
Va bene, vi tolgo ogni dubbio raccontandovi una curiosità: gli assaggiatori professionisti assaggiano l’olio nei bicchierini blu, proprio per non incappare in questo errore, cioè per non farsi condizionare dal colore. Lo sapevate?

 L’olio non filtrato non è sinonimo di qualità maggiore.


Sconsigliamo di acquistare olio extravergine non filtrato solo perché si pensa sia migliore di quello filtrato.
A tal proposito è bene fare maggior chiarezza: il non filtrato può essere acquistato, ma è necessario sapere che deve essere consumato prima possibile.
La ragione è molto semplice: con il passare del tempo infatti in questi oli si crea un deposito, chiamato comunemente “posa”, che fermenta e rovina l’olio extravergine. Inoltre, si perdono le sostanze benefiche e si generano cattivissimi odori.

Scegliere l’olio evo in lattina o in bottiglia colorata.


Come già detto, la luce è deleteria. Ritorno su questo tema per richiamare maggiormente l’attenzione sulla scelta della bottiglia. È importante sapere che un l’olio extravergine, conservato in bottiglia di vetro scuro, seppur di alta qualità, dopo tre mesi di illuminazione da scaffale è completamente distrutto. Perde cioè quelle caratteristiche benefiche per la nostra salute, e che lo rendono di qualità.
Adesso aspetta un momento, non voglio spaventarvi sull’acquisto di olio nei supermercati, ma solo
far notare l’importanza di questo particolare.
Ricorda questi consigli la prossima volta che dovrai comprare l’olio:
scegli la lattina, o una bottiglia che sia verniciata, oppure avvolta in un film protettivo, ad esempio di alluminio.
Se questa scelta non c’è, allora acquistare la bottiglia di vetro scuro.

La temperatura conta.


Non acquistare l’olio se ti rendi conto che in un negozio ci sia troppo caldo o troppo freddo.
Fidati di me, sarai contento di non averlo fatto.
Adesso ti svelo un altro segreto.
La temperatura ideale di conservazione dell’olio EVO è intorno a 16 gradi.
RICORDA: l’olio non deve assolutamente gelare.
Quindi mai scendere sotto i 10 gradi, e non deve mai essere troppo caldo perché, in entrambi i casi, si rovina.

scegliere l'olio evo

Scegliere l’olio evo è il primo passo per diventare consumatori consapevoli

Abbiamo appena visto dei preziosissimi consigli della nostra esperta di olio Marianna Travaglini, davvero utili e interessanti.

 In tutto sono 5 punti da ricordare bene quando stiamo per scegliere un olio.
In sostanza è un piccolo passo per diventare consumatori più consapevoli.


Io ringrazio ancora una volta Marianna per il suo contributo per questo articolo e anche per il suo bel lavoro che fa sui social, ovvero avvicinare le persone al mondo dell’olio EVO e di conseguenza sensibilizzarci a diventare consumatori più consapevoli.

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici e contribuisci anche tu a diffondere la cultura del buon cibo.
Noi siamo partiti con un semplice passo, quello di fare scelte alimentari migliori in fatto di olio. Ora è il tuo turno.

Se vuoi approfondire l’argomento su olio e ulivi leggi anche

La nostra scelta,
La nostra proposta per voi



Condividi su Facebooktwitterpinterest

Cosa ne pensi?